Nel PED migliora il mix di vendita

Secondo i dati raccolti da GfK per Ceced nei primi 10 mesi del 2013, il giro d’affari totale dei piccoli elettrodomestici continua a perdere valore, ma nel comparto si registrano diversi elementi positivi. Il più importante riguarda il miglioramento del mix.

 

Se, infatti, a volume la flessione è del -3,9%, a valore il dato risulta solo leggermente negativo. Il consumatore compra quindi meno prodotti, ma di valore più elevato:un trend che, in una fase di contrazione dei consumi, risulta di grande importanza.

 

Se poi si parla in generale di minori consumi, è anche vero che all’interno del PED si trovano nicchie che registrano andamenti in controtendenza.

 

In cucina continuano a registrare performance positive le kitchen appliance, che compensano la flessione di altri segmenti e portano in positivo il totale del comparto (+13,6% a valore). Fortemente penalizzato da promozioni aggressive risulta invece il segmento delle macchine da caffè, dove la diffusione dei modelli con capsule porzionate chiuse monomarca ha di fatto spostato il business dalla vendita della macchina alla vendita del prodotto. Da sottolineare, invece, la positività di segmenti ancora marginali, quali Bollitori Elettrici, Centrifughe e Macchine per il Pane, grazie ad un rinnovamento delle gamme.

 

Nel comparto casa performano bene gli aspirapolvere a scopa ricaricabili e a vapore, mentre i prodotti tradizionali per la pulizia si mantengono stabili. I prodotti per la casa sono quelli nei quali il miglioramento del mix di vendita risulta più evidente.

 

Meno incoraggiante il dato dei prodotti per la persona, dove si conferma la debolezza dei prodotti a maggior contenuto tecnologico e, scemato l’entusiasmo per gli epilatori a luce pulsata, si registra una flessione generale in cui l’unico segmento positivo risultata il dental care grazie anche alla maggiore presenza distributiva.

 

 

Share on: , ,