In posa con lo smartphone

Il mercato della fotografia è di fronte a un momento di profonda trasformazione, il più impattante dopo il passaggio dalla pellicola al digitale.

 

Parliamo dell’evoluzione degli smartphone, che di fatto sono diventati il principale e più pericoloso competitor sul mercato delle macchine fotografiche compatte. A livello qualitativo, la capacità di risoluzione dei cellulari di nuova generazione ha raggiunto standard molto elevati e il consumatore è sempre più propenso al possesso di un unico device multitasking con il quale fare tutto.

 

Anche se, va detto, il vero motivo trainante in questo contesto è la condivisione: scattare una foto e poterla condividere all’istante via mms o tramite social media o poterla salvare su una piattaforma cloud sono funzioni a cui il consumatore non intende più rinunciare.

 

I produttori di telefonia mobile puntano sempre di più su questi aspetti, confortate da dati di mercato che, a livello mondiale, vedono cali a due cifre per le camere digitali compatte e previsioni di incremento per le vendite di  smartphone nell’ordine del 30-35 per cento.

 

Sul fronte telefonia la sfida è aperta. Ora si attende una risposta da parte dei produttori di apparecchiature fotografiche. 

 

 

Share on: , ,