Lieve ripresa grazie all'information technology

Gli acquisti di elettrodomestici ed elettronica di consumo registrati nel mese di aprile hanno visto per la prima volta dopo molti mesi un aumento in valore (+ 0,4% rispetto allo stesso mese del 2012). Lo ha riscontrato l’analisi dei fatturati realizzati nei punti vendita delle catene aderenti ad AIRES a cura di Accenture. 


I comparti che hanno permesso questa significativa inversione di tendenza, che interrompe un ciclo negativo di alcuni mesi, sono stati soprattutto quello dell’Information Technology (computer, periferiche, programmi) che ha visto una crescita superiore al 6% per il secondo mese consecutivo e quello della telefonia (+18,8%), ormai stabilmente positivo grazie alla spinta propulsiva degli smartphone, prodotto di punta nell’elettronica di consumo in Italia. 

Fortemente positivo anche il comparto dell’Home Comfort (+39,7%), meno significativo tuttavia per i volumi di vendita, mentre risulterebbe una importante la ripresa di quello dei grandi elettrodomestici anche se questo rimbalzo potrebbe dipendere da uno sfasamento dei tempi di trasmissione dei dati del trimestre precedente. Nell’Aprile 2012 infatti si era registrato un simile fenomeno purtroppo non confermato in tutte le altre mensilità.

Ad appesantire la rilevazione sempre il settore del Consumer Electronics (-16,2%) che comprende i televisori e gli apparecchi audio e video per l’intrattenimento domestico: evidentemente non si è ancora riassorbito l’effetto della fine del passaggio al digitale terrestre che aveva sostenuto le vendite nel 2011 e 2012.

Nessun sintomo di miglioramento infine per i comparti che soffrono “strutturalmente” per la trasformazione tecnologica in atto come la Fotografia (-19,1%) e  l’Entertainment (film in Dvd e blu-ray, musica in Dvd, videogiochi, - 22%).

Su tutti i segmenti legati all’intrattenimento audiovisivo domestico appare, pertanto, necessaria la messa in opera di azioni di riposizionamento e di rilancio.

 

Share on: , ,